Connect with us

Il Conto termico 2.0 da 900 milioni. Eccolo in 3 punti e mezzo

Detrazioni Fiscali

Il Conto termico 2.0 da 900 milioni. Eccolo in 3 punti e mezzo

Conto termico 2.0: ecco la nuova versione che pochi conoscono.

1) CHE COS’E’ IL CONTO TERMICO 2.0
Il Conto termico 2.0, versione del futuro, è un ampliamento di quello che c’era già. Si tratta di un aiuto economico a chi ha deciso di investire sulla riqualificazione energetica della propria abitazione o dei propri immobili. Sono stati introdotti anche dei nuovi impianti ammissibili e si è velocizzato il metodo per l’accesso diretto degli apparecchi disponibili.

2) CHI PUO’ USUFRUIRNE
Per incentivare nuove tecnologie per la riqualificazione energetica sono stati destinati 900 milioni all’anno e che potranno essere usati dalle Pubbliche Amministrazioni, dai privati e anche dalle imprese. Di questi 900 milioni, 200 sono stati destinati agli enti pubblici. Ne rimangono 700 da usare il meglio possibile.

3) QUALI INTERVENTI? (PER I PRIVATI)
Per il Conto termico 2.0 sono ammessi interventi per la produzione di energia termica. Sia da fonti rinnovabili che da sistemi ad alata efficienza. Si devono sostituire impianti esistenti con pompe di calore per la climatizzazione aggregata anche all’acqua sanitaria, caldaie, stufe e termocamini a biomassa. Infine sono ammessi anche sistemi ibridi a pompe di calore.

Inutile dire che gli interventi devono essere realizzati con apparecchi nuovi e che rispettino i bisogni di energia termica dell’edificio in questione.

1/2) MODALITA’ 
Una volta terminati i lavori di sostituzione, si può accedere al finanziamento attraverso un percorso più semplice. Le procedure si trovano dettagliatamente all’interno del portale GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

Insomma, non ci sono solo le detrazioni fiscali dallo Stato che possono arrivare fino al 65%. Con il conto termico i tempi per riavere i soldi investiti si accorciano.

I soldi possono tornare indietro in un’unica rata e il pagamento può arrivare direttamente entro i 60 giorni successivi alla richiesta. Non male se si pensa che può essere un buon modo per pagare a metà la ristrutturazione energetica della casa dove si vive.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti anche...
Clicca qui per commentare

Rispondi

Altro su Detrazioni Fiscali

Recenti

Rimani aggiornato sui nostri Post

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

To Top